Andrea Christ
era un classico maniaco dei cavalli in gioventù. L'equitazione era un passatempo preferito. Quando la scuola, gli studi e l'occupazione si mettevano in mezzo, non c'era più spazio in città per gli amici a quattro zampe. Il cavaliere è diventato un pendolare a lunga distanza e ha trascorso molti anni in un ingorgo invece che in una stalla. Nella primavera del 2016, quando la fortuna bussò improvvisamente alla porta e, sorprendentemente, la possibilità di emigrare in Alto Adige per rilevare un maso di montagna, dovette dormire esattamente una notte su di esso. Dall'ufficio alla stalla e agli animali, questa era una buona e sana prospettiva per il futuro. Sempre bello quando un cerchio si chiude.
Uli Wiesmeier
all'età di 14 anni, decise di fare delle montagne il centro della sua vita. All'inizio furono le pareti rocciose delle Dolomiti, poi il cielo sopra di lui, che lo colpirono maggiormente: l'arrampicata e il parapendio sono stati il suo carburante per una vita movimentata per molti anni. L'esperto falegname è diventato un fotografo. Il suo libro progetto BERG .... (Knesebeck Verlag), è stato il 2017 - dopo 40 anni di carriera - la partenza della fotografia professionale. Da quando ha imparato a camminare in un piccolo villaggio bavarese tra cumuli di letame, ha sempre avuto familiarità con le fattorie e gli animali che vi abitano. Tuttavia, anche da piccolo, si chiedeva sempre che cosa tutte le mucche dovessero aver fatto di sbagliato, perché erano incatenate e rinchiuse la maggior parte del tempo? Da questi pezzi del puzzle, nel corso di tutti gli anni, è cresciuto un grande sogno: Vivere un giorno in una fattoria di montagna nel sud delle Alpi, circondati da animali che possono vivere secondo la specie.